Il Museo Civico " A.Parazzi "
Il Museo Civico


Orario: da lunedì a sabato 9.30-12.30; martedì e venerdì anche 15.30-18.30.
Orario estivo lunedì-venerdì 8.30-13.00; sabato 9.00-13.00.
Chiuso nei festivi (salvo aperture straordinarie), festa patronale il 10 settembre e mese di agosto.

Tariffe: ingresso gratuito. Servizi didattici a pagamento.


Il Museo Civico “Antonio Parazzi”
Nel 1880 l’Amministrazione Comunale inaugurava il Museo per esporre reperti archeologici e testimonianze artistiche che l’arciprete Antonio Parazzi andava raccogliendo affinché non venissero disperse nel processo dell’unità d’Italia le radici e l’identità locale.
Durante la sua lunga storia il museo ha conosciuto trasferimenti, periodi di chiusura e riaperture; oggi ha sede nel MuVi, Musei Viadana, ex scuole elementari riconvertite a centro che ospita le principali istituzioni culturali della città.
Il Museo Civico presenta le numerose collezioni raccolte dal fondatore Parazzi mantenendo la filosofia ottocentesca, ma mettendo a disposizione del pubblico anche moderni supporti tecnologici  come le postazioni interattive dislocate nel percorso.
La sala archeologica ha materiali che risalgono alla preistoria, dalla sepoltura dell’Età del Rame proveniente da Remedello (BS) ai numerosi reperti dell’Età del Bronzo rinvenuti nelle terramare del territorio (1600-1200 a.C.).  Le  testimonianze più antiche del Viadanese, appartenenti alla cultura neolitica dei Vasi a Bocca Quadrata, sono state scoperte solo a partire dagli anni ’70 del secolo scorso grazie ai fratelli Anghinelli e sono di proprietà statale. Importanti e numerosi gli oggetti di epoca romana ritrovati in molte località del territorio appartenente all’agro cremonese. Si aggiunge una collezione egizia di statuette di epoca tarda o tolemaica, di reperti etrusco-italici comprendenti bronzetti e ceramiche e alcuni esemplari attici di notevole interesse.
Terminata la visita della raccolta archeologica si apre quella rinascimentale con un centinaio di terrecotte architettoniche che costituisce un vero e proprio corpus di prodotti delle fornaci della nostra pianura. Provengono da abitazioni, edifici civili e religiosi abbattuti agli inizi del secolo XIX. Di notevole pregio la statua di San Sebastiano, opera di un abile plastificatore della fine del Quattrocento. La collezione delle ceramiche comprende in primo luogo esemplari di ceramica graffita (XV-XVI sec.), alcuni di probabile produzione locale. L’esposizione prosegue con maioliche, caratterizzate da fondo bianco e ornati celesti, in parte prodotte a Villa Portiolo di Viadana, in parte provenienti delle più importanti fabbriche italiane ed estere.
La pinacoteca offre un primo contatto con la “scuola pittorica viadanese” punto d’incontro dell’arte cremonese, mantovana e parmigiana. Di famiglia viadanese era Girolamo Bedoli che, allievo e parente acquisito del Parmigianino, operò oltre che a Viadana a Parma, Reggio, Pavia, Mantova. E’ visibile un’interessante collezione di tavolette lignee da soffitto dipinte, provenienti da palazzi nobiliari quattrocenteschi di Viadana e una serie di affreschi strappati nell’Ottocento da abitazioni e chiese del territorio.
La ricca raccolta di tessuti antichi è formata da circa 500 esemplari (velluti, damaschi, drappi, ricami) conservati in prevalenza in forma di pezze che formavano una specie di campionario di tecniche e motivi decorativi. Viadana ha un forte legame sia con la produzione di tessuti di canapa, come la “tela Viadana”, sia con la coltivazione e commercio del carthamus tinctorius o zafferanone, i cui fiori servivano per colorare i tessuti.
Non mancano raccolte di numismatica medioevale-moderna, con monete significative dei Gonzaga dei vari rami, piatti ed oggetti artistici religiosi, casse pirografate dei secoli XVI-XVII.
Il museo è inoltre dotato di una sezione di Paleontologia, costituita da fossili che risalgono da 168 milioni di anni fa fino a circa 2 milioni di anni fa, provenienti prevalentemente dal Veronese, dall’Astigiano e Piacentino.
Il Museo Civico offre alle scuole attività didattiche con percorsi tematici differenziati per età dei partecipanti; è possibile richiedere visite guidate per comitive.
 
Via Alessandro Manzoni 4
Telefono: 0375820928
Email: museo@muviviadana.org
Web: www.muviviadana.it
 
 
Alessandro Manzoni 4
Telefono: 0375820900
Email: museo@muviviadana.org
Web: www.muviviadana.it